L'opera

Opera

La pista ciclabile di Via Pordelio sta prendendo forma.

 

È oggi fisicamente visibile in alcune sue parti, compreso un primo tratto di quello che è il percorso che costeggia il sedime stradale.
Si tratta di una ciclopedonale lunga 7 km., di cui 5 realizzati a sbalzo sopra l’acqua dell’omonimo canale.

Opera

Parliamo di un intervento dal costo complessivo di 12 milioni di euro, che riqualifica tutta Via Pordelio, adeguando e mettendo in sicurezza l’asse viario alternativo a Via Fausta, collegando come questa, Cavallino, Ca’ Savio, fino a Punta Sabbioni.

È un’opera di elevata rilevanza nell’ambito degli interventi di riqualificazione di cui è oggetto il territorio comunale, in particolare il fronte lagunare: la nuova ciclopedonale si integrerà con i percorsi preesistenti e inoltre con la sua realizzazione si valorizzerà l’aspetto paesaggistico di Cavallino-Treporti, un territorio sospeso tra mare e laguna, dune di sabbia e barene ricoperte di limonio.

La struttura è studiata per integrarsi con l’ambiente con l’obiettivo di offrire un percorso panoramico di estremo valore per la sua unicità.

Opera

L’idea della ciclopedonale ha una genesi lunga, che risale a quasi venti anni fa, con un progetto ad opera del Magistrato delle Acque e la sottoscrizione del primo accordo di programma per la realizzazione della pista, dall’allora sindaco Orazio che, nel dicembre 2014, incaricò la ditta Milan Ingegneria s.r.l. della redazione di uno studio di fattibilità per la realizzazione della pista ciclopedonale: un disegno grafico, senza previsione di sopralluoghi, di costi, né del coinvolgimento di enti terzi per i pareri necessari.
La Sindaco Roberta Nesto, che aveva già nel suo programma di mandato il progetto viario sul Pordelio, quando, dopo il fortunale che colpì Cavallino-Treporti nell’agosto del 2017, nel corso del Comitatone tenutosi a Roma nel mese di novembre dello stesso anno, si fece portavoce della necessità di sbloccare i fondi della Legge Speciale, richiese anche ulteriori risorse per gli interventi di salvaguardia del litorale, evidenziando la necessità, prioritaria, di procedere a azioni legate al piano paesaggistico e alla sistemazione della viabilità del territorio comunale.

Opera

A febbraio 2018 i fondi vennero sbloccati e la Sindaco Nesto ottenne, prima fra tutti gli amministratori del litorale, una deroga al patto di stabilità.

Un risultato storico, a lungo atteso, che ha dato avvio all’iter progettuale e conseguentemente l’inizio della cantierizzazione in un solo anno di lavoro. 12.567.000,00€ di investimento di cui 11.567.000,00€ a carico del Comune di Cavallino Treporti e 1.000.000,00€ a carico del Provveditorato Interregionale OO.PP.
Oggi vediamo concretizzarsi un sogno che aveva avuto origine agli inizi del nuovo secolo e che per Cavallino-Treporti sarà un’occasione di nuove opportunità.

 

Quest’opera è e sarà, anche uno dei cardini del cambiamento di questo splendido territorio.

Avv. Roberta Nesto - Sindaca Cavallino Treporti

Avv. Roberta Nesto - Sindaca Cavallino Treporti